Chiesa Madonna della Fonticella

La chiesa della Fonticella fa da ingresso all’antica mulattiera che collega Canistro Superiore a Canistro inferiore.

Secondo la tradizione la Madonna apparse in questi luoghi ad un pastorello assetato, facendo sgorgare l’acqua da una piccola fonte, prima inesistente. Sul luogo dell’apparizione venne costruita la piccola chiesetta.

Dopo un lungo periodo di abbandono, il piccolo eremo è stato oggetto di restauri importanti che hanno interessato anche il notevole affresco della metà del ‘500, raffigurante la Madonna col Bambino, ben conservato all’interno della chiesa.

La prima domenica di luglio si festeggia la Madonna della Fonticella, e molti devoti accorrono alla piccola chiesa per le funzioni religiose.

Molto suggestiva è la fiaccolata che, il sabato sera, partendo dalla piazza principale, di Canistro, traversando secolari boschi di castagno, si snoda per raggiungere l’eremo.

Un tempo in onore della Madonna della Fontanella si svolgeva un’importante fiera a cui partecipavano tutti i valligiani. Dai paesi limitrofi si ritrovavano per vendere ed acquistare merci e mercanzie, ma soprattutto animali da lavoro.