Il Festival di Avezzano

A distanza di due anni dall’ultima edizione del Festiva di Avezzano e Premio Civiltà dei Marsi, la manifestazione culturale e canora più importante della Marsica ascolteremo, dalla voce di chi il festival lo ha creato e fatto crescere, storie, aneddoti e ricordi delle 25 edizioni. Una chiacchierata amichevole per ricordare le bellissime serate condotte da Luca Di Nicola.

In diretta Domenica 18 aprile ore 17.00

Il Festival Città di Avezzano e Premio Civiltà dei Marsi è stato uno spettacolo televisivo nazionale di musica, arte, giornalismo e cultura ideato ed organizzato ininterrottamente dal 1995 al 2019, per 25 edizioni, dal presentatore e autore Luca Di Nicola, già inviato Rai. Nel giugno del 2011, la kermesse avezzanese è stata la prima in Italia, ad essere ‘istituzionalizzata’ dall’amministrazione comunale come ‘manifestazione di preminente interesse culturale e sociale per la Città e non soltanto’. L’evento più longevo del capoluogo marsicano, nato a metà degli anni ’90 è stato anzitutto una vetrina di musica leggera alla quale, ogni anno, partecipavano 16 finalisti provenienti dalle varie regioni italiane, in gara con un brano inedito e accompagnati da una grande orchestra dal vivo. Il Festival di Avezzano, dalla critica giornalistica e musicale, è sempre stato considerato come la ‘Castrocaro del centro sud’.  Oltre cinquecento, i bravissimi artisti provenienti dalle varie regioni italiane che, in 25 anni, si sono sfidati a colpi di ugola. Molti di essi, anche a seguito della loro partecipazione alla blasonata kermesse marsicana, si sono visti spalancare le porte del successo.  Basti citare gli Zero Assoluto, il celebre duo musicale pop formato da Thomas De Gasperi e Matteo Maffucci che partecipò alla quarta edizione del Festival di Avezzano, nel 1998. Nel 1999 uscì il loro primo singolo di grande successo dal titolo ‘Ultimo Capodanno’ e successivamente arrivò la consacrazione artistica a Sanremo.

Il Premio Civiltà dei Marsi invece, da sempre abbinato al Festival, è stato assegnato ad ogni edizione ad illustri personaggi dello spettacolo, della cultura, della musica, del teatro, del cinema, della letteratura, del giornalismo, del sociale, della ricerca, del volontariato, dell’arte e della televisione.

Il Premio si chiama “Civiltà dei Marsi” per un esplicito riferimento alla gloriosa Civiltà che ha preceduto gli attuali abitanti della Marsica: quei fortissimi guerrieri Marsi dei quali ancor’oggi ci racconta la splendida Alba Fucens, ovvero la ‘piccola Roma d’Abruzzo’ che, dopo Pompei, è il più importante sito archeologico del centro-sud Italia. Caratteristico il Premio in sé: un’artistica scultura bronzea o d’argento dorato prodotta e cesellata a mano che riproduce alcuni atavici simboli della terra marsicana: l’antico disco-corazza’, rinvenuto proprio nell’area archeologica di Alba Fucens e la ‘chimera’ che, secondo la leggenda, era l’uccello che volava sulle acque dell’antico Lago del Fucino. La cerimonia di consegna del Premio, nell’ambito del festival, è stato un evento molto seguito ed amato, al quale hanno partecipato in tutte le 25 edizioni, grandi nomi e personaggi di spicco, testimonial famosi e celebrità. La presenza di tante illustri personalità ha contribuito nel tempo a promuovere sia la città di Avezzano che l’intera Regione Abruzzo. Al Festival di Avezzano – Premio Civiltà dei Marsi, trasmesso in TV sui maggiori circuiti nazionali ed europei, sono sempre stati dedicati ampi servizi sui canali nazionali.

Grazie alla kermesse, la città ha goduto di un’importante vetrina televisiva nazionale ed europea. La RAI anzitutto, ad ogni edizione, ha dedicato all’evento avezzanese ampi spazi all’interno di trasmissioni quali ‘Unomattina’ e ‘Vita in diretta’.

La manifestazione veniva trasmessa integralmente su scala nazionale sul digitale terrestre e su Sky a livello europeo. Nutrita e copiosa anche la rassegna stampa festivaliera: ogni anno, sull’importante spettacolo avezzanese sono stati scritti moltissimi articoli giornalistici.

In 25 anni di attività artistica, la manifestazione marsicana ha anche avviato proficue collaborazioni con altri eventi nazionali e talvolta con importanti etichette discografiche e quanti partecipavano al festival erano consapevoli di poter collaborare con altre prestigiose kermesse musicali e canore. Fra le altre, Area Sanremo, Sanremo Lab, Voci Nuove Castrocaro, Premio Mia Martini, Le Stelle del Mediterraneo, Cantautori Bitonto/Puglia suite; Global educational Festival Sanremo; Giovani Talenti Festival Napoli ed altre blasonate rassegne. Ricchi premi e riconoscimenti infine, per i partecipanti ed in particolare per i vincitori: al 1°classificato è sempre stato attribuito un premio speciale e l’opportunità di incidere gratuitamente un nuovo cd di inediti, un videoclip ed avere un sitoweb dedicato ed esclusivo.

tony
Author: tony

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>